Salviamo ciò che resta dell'Amazzonia

English |Deutsch | Español | Français | Nederlands | SvenskaEesti keel

PETIZIONE

Al Parlamento Europeo

Non è troppo tardi per fermare la distruzione totale della foresta pluviale amazzonica da parte di industrie e aziende senza scrupoli. Ma l'Europa sta per aggiungere benzina al fuoco firmando un accordo con il Brasile, e altri paesi sudamericani per importare prodotti a basso costo come soia, carne bovina e biocarburanti coltivati sulle ceneri della foresta pluviale.

Se adottato, l'accordo tra l'UE e i paesi del Mercosur (Brasile, Argentina, Uruguay e Paraguay) - comporterà un ulteriore disastro per la foresta Amazzonica e per le comunità indigene. Tutto a vantaggio dell'industria automobilistica europea e dei giganti delle industrie chimiche che aspirano a vendere più glifosato e altri pesticidi che contribuiscono ad accelerare ulteriormente la crisi del clima e della biodiversità.

Inoltre, l'accordo ridurrà notevolmente la possibilità di imporre sanzioni per i danni causati all' ambiente, come gli incendi a cui assistiamo oggi. il problema riguarderà tutti noi, in primis l'ambiente, la fauna selvatica, la biodiversità e le comunità indigene che vi abitano. Dobbiamo agire subito per fermare tutto questo!

Chiedi al Parlamento europeo di porre fine a questo pericoloso accordo commerciale con il governo Bolsonaro per salvare ciò che resta dell'Amazzonia.

 

 

Vuoi firmare?

L'Amazzonia sta bruciando. Salviamo ciò che resta della foresta. 
Sospendete subito i negoziati con il presidente brasiliano Bolsonaro e ritirate l'accordo commerciale tra l'UE e il Mercosur.
FIRMA LA PETIZIONE