Salviamo i nostri mari

English | Italiano | Español | Dansk | Svenska |Eesti keel| Português |Gaelic

PETIZIONE

Il fragile ecosistema dei nostri mari è gravemente minacciato. L'aumento dell'attività umana, dalle attività di esplorazione dei combustibili fossili, la pesca eccessiva, l'inquinamento dell'aria, dell'acqua e l’accumulo di rifiuti di plastica sono tutti fattori che mettono maggiormente a rischio i mari.

Il cambiamento climatico sta sconvolgendo l’equilibrio naturale degli habitat marini a causa dell’aumento delle temperature e l’acidificazione degli oceani minaccia ulteriormente la sopravvivenza di molte specie.

Attualmente, solo il 9% dei mari dell’UE si trova in Zone marine protette (ZMP). Gran parte di queste zone non è effettivamente protetta dall’impatto delle attività umane. Bisogna fare di più.

Occorre destinare zone ZMP più ampie delle acque europee e tutelarle dalle interferenze umane per favorire il recupero della biodiversità e il miglioramento della resilienza dell’ecosistema contro il cambiamento climatico nel lungo periodo. 

In vista delle prossime elezioni del Parlamento europeo, sostieni il nostro appello affinché il 30 per cento dei nostri mari sia destinato a vere e proprie aree marine protette, con misure di gestione efficaci. Per favore, firma subito la petizione.

Vuoi firmare?

L'aumento dell'attività umana, dalle attività di esplorazione dei combustibili fossili, la pesca eccessiva, l'inquinamento dell'aria, dell'acqua e l’accumulo di rifiuti di plastica sono tutti fattori che mettono maggiormente a rischio i mari.

Firma l'appello affinché il 30 per cento dei nostri mari sia destinato a vere e proprie aree marine protette.

FIRMA