Niente odio. Niente paura sui social media!

Eesti | EnglishDeutsch | Français | NederlandsPolish | Español | Portuguese | Svenska | Ελληνικά  

PETIZIONE

A: Mark Zuckerberg & Jack Patrick Dorsey


Le donne di tutto il mondo stanno unendo le loro forze per denunciare gli abusi e le violenze che subiscono, esprimendo la loro opposizione a tutte le forme di molestie, odio, discriminazione e sessismo online. Per le donne, in particolare le donne di colore, Facebook e Twitter sono diventati luoghi ostili.

Invece di sostenerle, Facebook e Twitter fungono da  megafoni, incitando l’odio e le molestie online, costringendo molte donne ad auto-censurare ciò che pubblicano e a limitare le proprie interazioni fino ad abbandonare del tutto i social media.

Persone di colore, lesbiche, gay, bisessuali, transgender, queer, musulmani ed ebrei sono tra le persone più colpite ed emarginate da questa ondata di odio e vessazioni. L'obiettivo di tali violenze e abusi è creare un ambiente online ostile con l'intento di umiliare, intimidire, degradare, sminuire o mettere a tacere le persone che gli “haters” prendono di mira.

La normalizzazione delle vessazioni e molestie online si sta diffondendo anche offline, con un numero crescente di episodi razzisti violenti. Facebook e Twitter hanno la responsabilità di garantire ad ogni individuo che utilizza le loro piattaforme il diritto ad esprimersi liberamente e senza paura.

Chiediamo un impegno concreto da parte di Facebook e Twitter per combattere la diffusione dei discorsi d'odio e delle molestie sulle loro piattaforme.

Firmi?